Quali sono le foto adatte alle agenzie di microstock online - Fotografo matrimonio Lecce, wedding in Salento
Sito ufficiale e portfolio di nozze del fotografo di matrimonio a Lecce Daniele Panareo.
fotografo Lecce, fotografo matrimonio Lecce, foto matrimonio, matrimonio, fotografo, daniele panareo, matrimoni a lecce, foto di nozze, fotgrafo cerimonia, eventi a lecce, fotografie di nozze, wedding photographer, nozze in Salento, video di matrimonio Lecce, nozze, immagini matrimonio, sposarsi a Lecce, sposarsi nel salento, matrimonio in Puglia, fotografo Puglia, sposarsi in Italia
1146
post-template-default,single,single-post,postid-1146,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vss_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.1.1

Quali sono le foto adatte alle agenzie di microstock online

Quali sono le foto adatte alle agenzie di microstock online

In un precedente articolo, chiamato Agenzie di Microstock fotografico: cosa sono e come funzionano, mi sono occupato delle agenzie di microstock online: ho spiegato di cosa si occupano, quali sono i canali di accesso per acquistare e soprattutto come vendere le proprie foto. Ho scritto anche un altro articolo in cui spiego il funzionamento di una di esse in particolare: iStockPhoto e l’articolo è iStockphoto: cos’è, come vendere le proprie immagini e come monitorare i guadagni.

Ora mi vorrei occupare di quella che forse è l’operazione più delicata e difficile della vendita attraverso piattaforme online delle proprie immagini fotografiche. Il discorso potrebbe tranquillamente essere esteso ad altri media come video, tracce audio, immagini e grafiche vettoriali. In questa sede mi riferirò alle immagini fotografiche.

Anche chi non ha dimestichezza con questa tipologia di siti può intuire autonomamente che essi si rivolgono, nella vendita delle immagini, a settori professionali e a clienti esigenti. Il target, dunque, delle foto caricate e poi vendute nei siti di microstock è quello dell’editoria, della grafica e della pubblicità in generale. E’ molto difficile, anche se a volte succede, che un privato per i suoi scopi personali (ad esempio la realizzazione di una gigantografia, un’aerografia, ecc.), acquisti una foto da queste agenzie online.

Premesso ciò, mi concentrerò sulla fotografia cosiddetta commerciale e industriale.

Diamo uno sguardo preliminare alla domanda:

Il cliente, spesso rappresentato da un professionista nel settore grafico e artistico, ha bisogno di un’immagine che rappresenti al meglio la campagna promozionale che sta portando avanti per il suo prodotto. Messi da parte per il momento i canali video e audio, il cliente si sta concentrando su una pubblicità che andrà in stampa su riviste cartacee e contemporaneamente girerà sul web attraverso canali di marketing pubblicitario ben determinati. Cosa sta cercando? La foto che sceglierà sarà quella che rappresenta al meglio il suo prodotto. Non si dilungherà in ricerche strane ma vorrà una foto che risponda in maniera efficace ai canoni pubblicitari: qualità e attinenza all’argomento trattato.  Un esempio permetterà di capire il concetto:

L’azienda X si occupa della progettazione e del lancio di campagne pubblicitarie. Il prodotto che deve pubblicizzare è una compagna che si occupa di viaggi organizzati, tour, crociere e tutto ciò che riguarda le vacanze e i viaggi. E’ quasi scontato che all’interno del progetto sia presente una foto/immagine che ritrae un paesaggio da sogno, una spiaggia tropicale, un cielo stellato, una bella ragazza in costume da bagno e così via. Chiunque si stia avvicinando al mondo del microstock può immaginare che di foto simili ce ne siano migliaia, magari elaborate dai migliori fotografi del pianeta. E’ allora inutile presentare o impegnarsi a scattare foto di paesaggi esotici, del bosco vicino casa o foto dell’animale selvatico incontrato durante una passeggiata in montagna. In tutti i campi, quello che ripaga, il vero valore aggiunto è il guizzo, l’idea. Ecco allora che invece della spiaggia bianca bagnata da un mare caraibico, potremmo presentare una foto che ritrae un vassoio di frutta (estiva o comunque tropicale) con vicino un post-it e la scritta “Torno quasi subito”. Potremmo fotografare un bambino che all’uscita di scuola, l’ultimo giorno di lezione, con la pagella in mano si dirige sorridente verso i genitori che sono andati a prenderlo in barca (surreale). Questi sono solo esempi ma il concetto vincente è quello dell’originalità.

Vogliamo fotografare una mela rossa perchè pensiamo che questa possa rappresentare varie tematiche? Bene, tagliamola a spicchi; buchiamola, infilziamoci una cannuccia, appendiamola per il picciolo. La mela è raffigurata in infiniti modi ma se noi riusciamo a trovare quello più originale e creativo avremo più possibilità di vendere le nostre fotografie.

Ricapitolando: il potenziale acquirente sarà attratto da originalità, creatività, scelte stilistiche ponderate.

Ora che abbiamo un’idea di come fotografare, quale approccio adottare e le modalità di presentazione dello scatto, vediamo cosa è meglio fotografare. Quali sono le immagine più richieste? Perchè preferire determinati soggetti?

Premetto che le agenzie di microstock si occupano principalmente di immagini con spiccata valenza commerciale. Il cielo al tramonto è bello e suggestivo ma nessuno acquisterebbe una foto del genere almeno per due ragioni: la prima è che il web è saturo di foto simili e molte di esse sono disponibili gratuitamente; in secondo luogo un tramonto è così generale e banale come soggetto che raramente è utilizzato per scopi commerciali. Il risultato è che la foto non attirerebbe compratori.

Sono poche le categorie di immagini che quasi detengono il monopolio di vendite. Vediamole nel dettaglio.

Immagini, soggetti e ambienti di lavoro

Al top della classifica delle immagini più vendute e di conseguenza più ricercate nei siti/agenzie fotograafiche, vi sono quelle che raffigurano scene di lavoro e soprattutto i mestieri professionali. Vediamo allora che l’uomo in cravatta, il manager, la donna in tailleur (stereotipi dell’uomo e della donna in carriera) sono le foto più gettonate. Le location di conseguenza sono rappresentate da uffici, cene di lavoro, colloqui, conferenze. I soggetti sono sempre ritratti in azione; fanno qualcosa: scrivono, leggono, spiegano, interagiscono con colleghi, lavorano al computer, ridono! (chissà perchè tutti mentre lavorano ridono?).

All’interno di questa categoria possiamo osservare sottocategorie riferite alle diverse attività lavorative. L’uomo d’affari dinamico e dal sorriso plastico, il medico sorridente, l’ingegnere con le carte e i progetti del nuovo centro commerciale, l’avvocato intento a difendere l’imputato. Molto ricercate sono anche le figure che rimandano direttamente al campo di interesse del lavoratore: l’idraulico che con del nastro adesivo incerotta una tubatura, il falegname che aggiusta una sedia, il commerciante che davanti al suo splendente banco di frutta porge due broccoli alla vecchietta.

Sottolineo il fatto che vorrei dare spunti creativi invece che descrivere asetticamente i campi di interesse.

Famiglia, amici, interazioni sociali

A differenza della categoria precedente qui il soggetto principale è l’essere umano. Prima la foto rappresentava un mestiere, un’azione legata al lavoro. Ora sono l’uomo, la donna, il bambino e le loro interazioni che rappresentano i soggetti delle fotografie. Allora la foto del nonno che prende in braccio il nipotino sarà tra quelle più vendute. Vanno molto le foto che ritraggono i bambini che giocano, la nonnina che fa la spesa, la comitiva di amici intorno ad una tavolata imbandita, ecc. Anche qui ci si può sbizzarrire con la fantasia e ricreare situazioni di particolare interesse.

Foto riferite a festività, ricorrenze e periodi particolari

Siamo a febbraio? Ovvio che le foto più vendute in questo periodo saranno quelle che si riferiscono alla festa degli innamorati, San Valentino. Carichiamo allora foto di modelli che si baciano, bambini che regalano cioccolatini alla mamma, cuoricini e regali.

Sta per finire la primavera e si respira già l’aria di vacanza estiva’? Inseriamo foto di gente in costume, che parte per le vacanze, che fa il bagno in un mare cristallino.

Natale? Pasqua? Beh, avete capito.

Oggetti e still life

Le foto di still life sono sempre molto ricercate. Tutti gli oggetti possono essere interessanti se presi nel dettaglio, allontanati dal loro contesto, messi in risalto e scontornati su uno sfondo bianco o nero. Ritorno a precisare che le foto classiche, quelle banali, non hanno molto mercato perchè la concorrenza in termini di quantità sui siti di microstock fotografico è veramente eccessiva. Per esempio possiamo fotografare il fiore con un’angolazione particolare, la penna e il libro poggiati sulla scrivania di un ufficio, il mouse del pc vicino ad un criceto vero e così via. Ricordate che anche in questo caso le foto artistiche non si vendono molto.

Altri oggetti di particolare interesse sono quelli legati al mondo del lavoro: la zappa e gli altri attrezzi del contadino, la pialla del falegname, la rete da pesca e la barchetta sgangherata, il computer e l’automobile.

Il mondo informatico e digitale

Questa è senza dubbio l’era informatica dell’uomo.  E’ allora ovvio che un ruolo di fondamentale importanza venga riservato ai media, all’informatica e alla tecnologia.

Cosa c’è di meglio allora che fotografare il pc, uno studente che scrive una tesi universitaria interattiva, fotografare obiettivi fotografici e videocamere, set fotografici e studi medici con apparecchiature all’avanguardia?

Quelle precedenti sono solo alcune delle categorie che hanno maggiore risposta in termini di acquisti e possiamo affermare che la scelta è veramente vasta. Sottolineo come io non abbia fatto riferimento a foto di paesaggi, animali, situazioni comuni: semplicemente perchè questo genere di foto non si vende. Evitiamo allora di perderci tempo.

I guadagni non sono alti e per generare introiti sufficienti c’è bisogno di molte fotografie di altissima qualità e dalle idee originali.

Il consiglio che do infine a chiunque voglia cimentarsi in questo genere di fotografie è il seguente: specializzarsi in una determinata categoria perchè solo in questo modo è possibile sperimentare. Conoscere appieno un ambito vuol dire muoversi in maniera disinvolta, osare e inventare.

In un altri post mostrerò alcune delle mie foto presenti su iStockphoto.



Translate »