Cataloghi di lightroom: gli elementi fondamentali per un'ottimo lavoro
Sito ufficiale e portfolio di nozze del fotografo di matrimonio a Lecce Daniele Panareo.
fotografo Lecce, fotografo matrimonio Lecce, foto matrimonio, matrimonio, fotografo, daniele panareo, matrimoni a lecce, foto di nozze, fotgrafo cerimonia, eventi a lecce, fotografie di nozze, wedding photographer, nozze in Salento, video di matrimonio Lecce, nozze, immagini matrimonio, sposarsi a Lecce, sposarsi nel salento, matrimonio in Puglia, fotografo Puglia, sposarsi in Italia
796
post-template-default,single,single-post,postid-796,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vss_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.1.1

34. Lightroom: Elementi fondamentali dei cataloghi di Lightroom

Elementi fondamentali dei cataloghi di Lightroom

Elementi fondamentali dei cataloghi di Lightroom

In Adobe Lightroom, i cataloghi vengono usati per tenere traccia della posizione dei file e conservare le informazioni su di essi. Il catalogo è molto simile a un database contenente un record delle vostre foto. Tale record è memorizzato nel catalogo e contiene dati quali: informazioni sull’anteprima, collegamenti verso i percorsi delle foto sul computer, metadati per la descrizione delle foto e istruzioni di modifica applicate nel modulo Sviluppo. Quando valutate le foto, aggiungete metadati e tag di parole chiave, organizzate le foto in raccolte o le rimuovete dal catalogo (anche se i file delle foto originali sono offline), le impostazioni vengono memorizzate nel catalogo.

Grazie a tutte queste informazioni, in Lightroom potete gestire, identificare e organizzare le foto con molta flessibilità. Se, ad esempio, effettuate riprese fotografiche fuori dal vostro studio, potete importare le foto in Lightroom sul vostro computer portatile, quindi spostare le foto originali su un supporto scrivibile o su dispositivi di memorizzazione e continuare a organizzare e gestire le foto, senza preoccuparvi dello spazio disponibile sul disco rigido del portatile. Potete quindi trasferire il catalogo sul PC, conservando le modifiche apportate e tenendo traccia della posizione di memorizzazione delle foto. Il catalogo importato con le foto di questa sessione fotografica sarà un catalogo diverso rispetto a eventuali altri cataloghi già presenti sul PC.

 

Nota: sebbene possiate visualizzare le foto sia in Lightroom che in Adobe Bridge, le due applicazioni si comportano in modo diverso. Per visualizzare le foto in Adobe Bridge, il disco rigido del pc deve contenere le foto o essere collegato a un supporto di memorizzazione che contenga le foto. Adobe Bridge è infatti un browser di file in cui è possibile visualizzare solo foto immediatamente accessibili. Il catalogo di Lightroom è invece un database in cui viene tenuta traccia delle foto importate; è quindi possibile visualizzare le anteprime delle foto anche se le foto effettive non si trovano nel disco rigido. Per modificare le foto in Lightroom, tuttavia, è necessario poter accedere alle foto memorizzate.

Per impostazione predefinita, Lightroom carica il catalogo più recente. Potete aprire un catalogo diverso scegliendo File > Apri catalogo; inoltre, nelle preferenze Generali, potete determinare quale catalogo deve essere aperto. Oppure digitare la scorciatoia da tastiera Ctrl+O.

Apri catalogo - cataloghi di Lightroom

Apri catalogo

 



Translate »