Gestione del colore in Adobe Lightroom: la guida completa online.
Sito ufficiale e portfolio di nozze del fotografo di matrimonio a Lecce Daniele Panareo.
fotografo Lecce, fotografo matrimonio Lecce, foto matrimonio, matrimonio, fotografo, daniele panareo, matrimoni a lecce, foto di nozze, fotgrafo cerimonia, eventi a lecce, fotografie di nozze, wedding photographer, nozze in Salento, video di matrimonio Lecce, nozze, immagini matrimonio, sposarsi a Lecce, sposarsi nel salento, matrimonio in Puglia, fotografo Puglia, sposarsi in Italia
22408
post-template-default,single,single-post,postid-22408,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vss_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.1.1

17. Lightroom: La gestione del colore

La gestione del colore in Lightroom

Lightroom semplifica la gestione del colore del vostro flusso di lavoro fotografico. Non dovrete scegliere le impostazioni o i profili colore fino al momento della stampa delle foto. Per sfruttare la gestione del colore di Lightroom, occorre calibrare il monitor del computer per una accurata visualizzazione dei colori.

Spazi colore, profili colore e curve di risposta tonale

Non è necessario comprendere la gestione interna del colore da parte di Lightroom; tuttavia, le seguenti informazioni risultano utili durante il flusso di lavoro.

rgb-demov - spazio di colore RGB e CMYK - gestione del colore

Uno spazio colore descrive la gamma di colori che possono essere riprodotti. I diversi dispositivi utilizzati nel flusso di lavoro fotografico hanno gamme di colore diverse in base alle quali le foto vengono registrate, memorizzate, modificate e stampate. Un profilo colore contiene la definizione di uno spazio colore, in modo che i colori della foto possano essere gestiti e convertiti correttamente in Lightroom.

Nel modulo Libreria, tutte le anteprime vengono memorizzate nello spazio colore AdobeRGB. Tali anteprime vengono usate anche per la stampa in modalità Bozza. A meno che non scegliate diversamente nel pannello Prova a monitor, nel modulo Sviluppo le foto vengono visualizzate nello spazio colore ProPhotoRGB.

Un profilo colore viene anche definito da un valore di gamma o, più precisamente, dalla relativa curva di risposta tonale. La curva di risposta tonale definisce la modalità di mappatura dei valori tonali nell’immagine raw. Per fornire informazioni utili nell’istogramma e nella visualizzazione dei valori RGB, Lightroom presuppone un valore gamma di circa 2,2. Più precisamente, usa una curva di risposta tonale simile a quella dello spazio colore sRGB.

In Lightroom viene usata una curva di risposta tonale per fornire le informazioni relative ai valori dell’istogramma e RGB; tuttavia, i dati raw vengono manipola prima della mappatura tonale. L’uso di questa gamma lineare impedisce infatti la formazione di molti artefatti causati dall’uso di un’immagine con mappatura tonale.

Profili colore di output

Quando stampate una foto in Lightroom, potete scegliere di convertire i colori affinché corrispondano in modo più preciso allo spazio colore della stampante, della carta e dell’inchiostro in uso.

In Lightroom le immagini nei moduli Presentazione e Web vengono esportate automaticamente con il profilo sRGB, per ottenere una buona resa cromatica con la maggior parte dei monitor per computer.

Calibrare e creare un profilo per il monitor

Potete calibrare il monitor e creare un profilo che ne descriva le caratteristiche cromatiche mediante software e hardware dedicati.

La calibrazione consiste nell’impostare il monitor affinché sia conforme a una specifica nota. Una volta eseguita tale operazione, è possibile salvare un profilo colore mediante un’utilità per la creazione dei profili.

  1. Durante la calibrazione di un monitor CRT, accertatevi che il monitor sia acceso da almeno mezz’ora in modo che abbia il tempo per riscaldarsi e riprodurre i colori in modo più affidabile.
  2. Impostate l’illuminazione dell’ambiente in modo che sia compatibile con la luminosità e i colori dell’illuminazione dell’ambiente di lavoro.
  3. Accertatevi che il monitor sia impostato per la visualizzazione di migliaia di colori. Se possibile, impostatelo su milioni di colori a 24 bit o superiore.
  4. Eliminate i pattern di sfondo colorati dal desktop e scegliete piuttosto un desktop con grigi neutri. I pattern complicati o dai colori troppo vivaci interferiscono con la corretta percezione dei colori di un documento.
  5. Calibrate e create un profilo per il monitor usando software e dispositivi di misurazione di terze parti. Generalmente, con l’ausilio di uno strumento di misurazione come un colorimetro e il relativo software potete creare profili più precisi. Lo strumento è in grado infatti di misurare i colori visualizzati sul monitor con maggiore esattezza di quanto possa fare l’occhio umano.

Nota: le prestazioni del monitor cambiano e peggiorano nel tempo; ricordate quindi di calibrare e creare nuovamente il profilo del monitor circa una volta al mese. Se risulta difficile o impossibile eseguire la calibrazione del monitor in conformità a uno standard, è possibile che il monitor sia troppo vecchio.

 

Nella maggior parte delle applicazioni software per la creazione di profili, il nuovo profilo viene impostato automaticamente come profilo predefinito del monitor. Per ottenere istruzioni sull’assegnazione manuale del profilo del monitor, fate riferimento alla guida del vostro sistema operativo.

Installare un profilo colore

Generalmente, i profili colore vengono installati quando si aggiunge una periferica al sistema. La precisione di tali profili generici o preconfezionati varia da un produttore all’altro. È anche possibile richiedere i profili presso un servizio per la definizione di profili personalizzati, scaricarli dal Web oppure creare profili personalizzati con apparecchiature professionali specifiche.

  • In Windows, fate clic con il pulsante destro del mouse su un profilo e selezionate Installa profilo. In alternativa, copiate i profili nella cartella WINDOWS\system32\spool\drivers\color.
  • In Mac OS, copiate i profili nella cartella /Libreria/Colorsync/Profiles oppure nella cartella /Utenti/nome utente/Libreria/Colorsync/Profiles.

Per impostazione predefinita, in Mac OS 10.7 (Lion) la cartella Libreria dell’utente è nascosta. Se non la trovate nel Finder, premete il tasto Opzione e fate clic sul menu Vai. Quindi scegliete Libreria.

Importante: dopo aver installato i profili colore è necessario riavviare le applicazioni Adobe.

Fonti Adobe



Translate »